Se voglio io…

“Se pagate come dico io, lavoro come dite voi. Se pagate come dite voi, lavoro come dico io”

(Cartello affisso in un negozio di un artigiano)

Se voglio io, indosso la polo con la pubblicità della mia azienda. Mi sembra più opportuno fare pubblicità all’azienda che mi fa lavorare piuttosto che farla alla Nike o all’Adidas alle quali pago molti soldi e che mi sfruttano per portare in giro il loro marchio. Obiettivo=+ lavora lei, + lavoro io. Se qualcuno mi impone di indossare la polo con il marchio per fare pubblicità, allora la questione non mi piace.

Se voglio io, partecipo attivamente alle comunità che mi interessano. Ho sempre pensato e sostenuto che la vitalità delle comunità scaturisce e si alimenta dagli interessi condivisi dei partecipanti. Se qualcuno mi obbliga a partecipare ad una comunità perché è un comandamento irrinunciabile, allora la questione non mi piace.

Se voglio io, pubblico tweet e condivisioni che riguardano il mio lavoro. Mi sembra opportuno promuovere prodotti e valori in cui credo. Se qualcuno mi impone di usare i miei profili personali per condividere sui social quello che mi indica lui, allora la questione non mi piace.

Se voglio io, uso gli strumenti social come dico io. Se mi viene imposto, allora la questione non mi piace.

 

Leave a Comment

Filed under Pensieri liberi, Spunti di riflessione

[The password saga] Il doppio passo

Qualche giorno fa è stata pubblicata la classifica delle password più scadenti dello scorso anno 2014 (cfr. http://bit.ly/badpassword2014)

Per ovviare a questa evidente debolezza umana, molti servizi online hanno iniziato ad offrire la possibilità di attivare l’autenticazione a due passaggi.

Continue reading

Leave a Comment

Filed under Sicurezza, Spunti di riflessione

La strategia cloud

Ossia: “Quando il server cade dalle nuvole.”

Era lì, defilato in penombra, non proprio nascosto ma abbastanza offuscato. E’ venuto fuori allo scoperto perché ci sono inciampato, altrimenti sarebbe rimasto in disparte per chissà quanto altro tempo.
Ve lo presento, si chiama “Problema della continuità operativa”.  Quando ancora avevamo i piedi , ehm pardon, i server per terra, era un problema affrontato solo da chi aveva molti soldi e una ragione molto valida per risolverlo. Ipotizzare che il proprio datacenter possa smettere di funzionare per un lungo periodo e affrontare la complessità e i costi che derivano dal volersi fornire una valida alternativa è (era) un lusso che si potevano permettere in pochi, dettato dalle eventuali maggiori perdite economiche e/o dalla legislazione. Inoltre era un fattore di rischio distribuito, essendo i datacenter pressoché mono-proprietari.

Continue reading

Leave a Comment

Filed under cloud, Lavoro, Spunti di riflessione

Il mio hash robotizzato

Sebalinux

Questo è sebalinux visto da RoboHash.org

Potete trovare il vostro semplicemente puntando a http://www.robohash.org/<vostro_testo>.png

Leave a Comment

Filed under Pensieri liberi

Buon 2015!

Buon Anno!!

Leave a Comment

Filed under Pensieri liberi