Federalismo? Non siamo pronti!! Disavventure da cittadino “itinerante”..

No, non è un post “politico” ma semplicemente il racconto di un’esperienza diretta che mi ha fatto riflettere quanto noi siam lontani dall’esser pronti a qualsiasi forma di federalismo che sia fiscale, amministrativo, sanitario o politico.

L’argomento è semplice: il bollo auto che, come tutti sappiamo, è una tassa di proprietà; quello che forse non tutti sappiamo (o perlomeno IO sicuramente non sapevo) è che è un tributo regionale. Quindi, il sottoscrtitto che lo scorso anno, essendo residente a Bologna, ha acquistato un motoveicolo a Milano, è incorso in due problemi. Il primo, lo scorso anno, che pur essendo stato il bollo pagato (dal precedente proprietario “milanese”),ha dovuto versare l’imposta per l’intero anno alla regione Emilia-Romagna (in quanto ivi residene) e poi chiedere il rimborso dei mesi già pagati alla regione Lombardia (cosa peraltro non andata a buon fine): risultato, pagato il bollo per un anno e mezzo.
Ma il culmine arriva quest’anno; in questi giorni ho provato a pagare il bollo per il veicolo sul sito ACI, ma i dati del veicolo non eran “sufficienti a determinare l’importo dovuto“. Premesso chegli unici dati richiesti sono la targa del veicolo ed il codice fiscale del proprietario, non riuscivo a capire il problema. La rivelazione con una telefonata al call-center dell’ACI: il “fascicolo” era stato chiuso perchè “trasferito ad altra regione“, e quindi il veicolo non risulta (più) negli archivi della regione Lombardia (ma come, era qui??). Soluzione? Il veicolo in questione deve esser “censito” per esser inserito negli archivi della Regione! Ergo, inviare copia del libretto di circolazione e del certificato di Proprietà ed attendere; cio’ è avvenuto ieri, quindi non è detto che la questione sia ancora finita ……

Alcune riflessioni: possibile che non ci sia la possibilità di “correlare” gli archivi delle Regioni? Possibile che debba esser sempre io (cittadino contribuente) a provvedere alle disfunzioni della pubblica aministrazione? Possibile che due istituzioni regionali, non possan risolvere la questione tra loro passandosi gli importi relativi ai tributi? E se io per motivi vari, sono temporaneamente a 1000km dalla mia residenza come faccio ad assolvere ai miei doveri di cittadino/contribuente? Al mio suggerimento di pagare il bollo alla regione Emilia Romagna, la gentile operatrice dell’ACI mi ha risposto: “è inutile, pagherebbe due volte“, inoltre, pagando in un’altra regione, risulterebbe comunque inadempiente nei confronti dell’ammistrazione!!! Siamo davvero al ridicolo!!!
Ora, se questo è l’approccio abbiamo al federalismo, credo che siamo su un binario morto; siam più integrati con l’Europa che tra noi stessi. Sono allibito e preoccupato; in un mondo che è sempre più “globale”, che prevede la mobilità delle persone (per studio, lavoro, famiglia), noi continuiamo a vincolare “localmente” il rapporto tra cittadino ed amministrazione. Credo che il ministro per “la semplificazione” abbia tanto, tantissimo lavoro da fare.
Utima considerazione di tipo “tecnologico” (eh si, deformazione professionale); parliamo di posta certificata, semplificazione della burocrazia, servizi in moblità, cloud, etc etc. Belle intenzioni, ma totalmente “teoriche”; la realtà è che siamo ancora legati a raccomandate & fax, alla necessità di doverci recare di persone presso gli uffici della pubblica amministrazione ed a rivolgerci esclusivamente agli uffici postali per determinate operazioni. Alla faccia dell’evoluzione tecnologica, dell’innovazione della pubblica amministrazione e della semplificazione della burocrazia.

Ai tempi dell’unificazione fu utilizzata la frase “l’Italia è fatta, facciamo gli italiani“; non so se ci siam riusciti in 150 anni, ma voglio sperare che non ci si avventuri in un altro viaggio centenario per realizzare il federalismo.
Gli americani son riusciti a fare entrambe le cose, insieme e più di 400anni fa; che ne direste di prendere esempio e capitalizzare le conoscenze che la storia ci tramanda?

1 Comment

Filed under Amici, cloud, Pensieri liberi, Spunti di riflessione

One Response to Federalismo? Non siamo pronti!! Disavventure da cittadino “itinerante”..

  1. Grazie per il contributo. Mi associo alla preoccupazione e con la medesima deformazione professionale mi domando: è necessario un cambiamento culturale forte, saremo in grado di promuoverlo/sostenerlo? Finora i proclami sono sempre stati esaltanti, ma i fatti, come dimostra la tua esperienza, sembrano indicare un’altra direzione… Sarà forse perché non abbiamo una conoscenza e una cultura informatica consolidata?
    Beh… mi dai un ulteriore spunto per parlare di “Open Data”… prima o poi su questo blog… 🙂

Rispondi