Paura all’avvio, poi la noia

Sono rimasto pietrificato per alcuni minuti. Lo spaventoso incidente causato al via dal francese Grosjean mi ha ghiacciato il sangue, considerando le conseguenze che avrebbe potuto avere se la sua vettura invece di atterrare sul muso della Ferrari di Alonso fosse planata un mezzo metro più in là verso il centro. C’era stata la partenza anticipata di Maldonado, ma non si è riusciti neanche a rendersene conto che il francese con una manovra spericolata andava a chiudere Hamilton contro il muro. Le loro macchine venivano al contatto ruota a ruota ed entrambi si alzavano in aria, impedendo ai piloti qualsiasi tentativo di controllo e piombando insieme sulla rossa vettura di Alonso che li precedeva e stava tranquillamente impostando la prima curva. Macchine distrutte, Hamilton che salta fuori come una furia mentre Alonso rimane alcuni secondi immobile, non esce. Arrivano gli aiuti, e poco dopo il pilota della Ferrari esce dalla sua vettura da solo e, assistito dal medico, viene accompagnato al centro medico per le verifiche del caso che escludono qualsiasi danno. Rimane da guardare una gara senza grossi patemi, con Button partito in testa che controlla e mantiene la posizione. Dietro qualche sorpasso, anche spettacolare, ma che non cancella l’amarezza per l’esclusione di Alonso dalla gara con il conseguente vantaggio per gli inseguitori della RedBull che accorciano in classifica sul pilota asturiano.

Leave a Comment

Filed under Ferrari

Rispondi