Dopo tanti pareggi, il Chievo cede il passo

Chiunque, prima della partita, avesse pensato che quella in casa con il Chievo fosse una partita facile, avrebbe commesso un gran bell’azzardo. Negli ultimi due campionati il Chievo era sempre riuscito a fermare la Juventus sul pareggio. Anche quando a Maggio 2011 la Juve cercava di raggiungere la qualificazione per la Champions League e vinceva due a zero. Niente da fare, finì 2-2 e addio ai sogni Champions. Insomma, giustamente definita una “bestia nera” della Zebra, il Chievo si presenta allo Juventus Stadium per continuare la tradizione: difendersi ad oltranza e sfruttare il contropiede. Questa volta, però, sebbene supportato da un’eroica partita del suo portiere, Sorrentino, uno che con la Juve si esalta e diventa quasi insuperabile, il Chievo si è trovato davanti una Juve nuova, diversamente capace rispetto allo scorso anno. Nonostante il pesante turn-over, la Juve ha schiacciato nella propria metà campo il Chievo per tutta la partita, attaccando e tirando in porta costantemente. Solo alcune grandi parate di Sorrentino hanno limitato lo score, che poteva essere ben più pesante rispecchiando meglio l’andamento del match. Alla fine è Quagliarella, in una settimana per lui entusiasmante, a risolvere la questione con un gol in acrobazia da calcio d’angolo (nonostante Sorrentino l’avesse presa ma stavolta non trattenuta) e poi, grazie ad un fortuito auto-assist, a piazzarla benissimo sul palo lontano. Un uno-due in cinque minuti che mette al tappeto l’avversario che rischia molto anche dopo visto che la Juve non smette di correre e di pressare fino ai minuti di recupero.

Si allunga la serie di risultati positivi consecutivi in campionato: siamo a 43 partite utili. E, fortuntatamente, la Juve non pareggia più.

Juventus – Chievo 2-0

Numeri e statistiche della partita: http://www.tuttosport.com/live/matchcentre/incontro.shtml?season=2012&competition=21&match=459525

Leave a Comment

Filed under Juventus

Rispondi