La tenacia premia

A me la partita è piaciuta. Molto intensa, combattuta. E’ vero, non ci sono state molte occasioni da gol: solo una per il Napoli su calcio di punizione di Cavani, che ha preso l’incrocio dei pali, e qualcuna in più per la Juve, da subito con Giovinco poi Marchisio alla fine del primo tempo, di nuovo Giovinco e Matri.

Ma quest’anno la Juve sa gestire meglio le situazioni in cui non riesce a sfondare. Attacca in maniera ragionata, non a testa bassa come molte volte è successo lo scorso anno. E alla fine ne viene a capo, con due “panchinari” che in rapida successione stendono un Napoli più preoccupato a difendere (e troppo spesso a menare) che a costruire qualcosa davanti. Non condivido il commento dell’allenatore avversario, perché credo sia stato chiaro a tutti che il Napoli ha da subito mirato al pareggio, difendendosi ad oltranza e tentando la solita via del contropiede; contropiede che non è stato concesso dalla difesa juventina tranne che in un solo caso, quando si era già in doppio vantaggio (peraltro ripartenza grossolanamente sbagliata da Pandev).

Il confronto tra le prime del campionato si è quindi risolto a favore della squadra che gioca a costruire. La Juve ha meritatamente battuto il Napoli e prosegue in solitaria a guidare la classifica, con il miglior attacco e la migliore difesa. Con questa vittoria sono 47 i risultati utili consecutivi in campionato.

Juventus – Napoli 2-0

Per i numeri e le statistiche della partita: http://www.tuttosport.com/live/matchcentre/incontro.shtml?season=2012&competition=21&match=459565

Leave a Comment

Filed under Juventus

Rispondi