La notte delle streghe

Nella serata che gli anglosassoni tradizionalmente dedicano ad Halloween, la Juventus incontra sul proprio campo il Bologna, cercando di sfatare il tabù dell’accoppiata di colori rosso-blu che in genere ci è indigesta.

Partenza a mille della Juve che domina in lungo ed in largo gran parte del primo tempo, senza però riuscire a segnare regolarmente. Merita una citazione speciale il gran tiro di Pogba di sinistro (non esattamente in suo piede preferito) che si stampa sul palo della porta difesa da Agliardi. Il ragazzino si è contraddistinto per una prova superlativa, talvolta condita da eccessivi leziosismi, ma assolutamente da valutare positivamente, sia in fase offensiva sia in quella difensiva, fase nella quale si è prodotto in alcuni recuperi puliti sulla palla di pregevole fattura. Il problema della Juve rimane sempre lo stesso: gran gioco offensivo non finalizzato. L’inedita coppia Quagliarella – Bendtner all’inizio non sembra affatto affiatata (alla fine finiranno pure tutte queste combinazioni di attaccanti) ma con il passare del tempo si iniziano a vedere interessanti segnali di progresso. Bisogna però aspettare il secondo tempo e il sorprendente Pogba, che ricevuto un pallone sulla trequarti lo posiziona millimetricamente in area sulla testa di Giaccherini (non esattamente un gigante) che sforna un preciso assist al centro per Quagliarella che insacca a colpo sicuro. La partita sembra tutta in discesa ma…. va via la luce a casa mia e mi ritrovo tagliato fuori dal mondo… passano lunghi minuti di buio e silenzio… finalmente torna la corrente e sono in grado di riaccendere la TV. Una terribile sorpresa mi accoglie: il Bologna ha pareggiato, non capisco come visto che non hanno mai superato la linea di centrocampo. Eppure la sovraimpressione parla chiaro: JUV – BOL 1-1. Accidenti, manca poco alla fine. Entrano i pezzi da 90: Giovinco, Asamoah e poi Vucinic. Quando oramai sembra inevitabile il pareggio, Giovinco pennella un preciso cross che va a raggiungere il francesino che, complice un Agliardi indeciso per la prima volta nella partita, insacca di testa il pallone del raddoppio.

Grazie alla determinazione (stavolta messa in campo, ma solo nell’ultima parte della partita), la Juve batte il Bologna e mantiene saldamente la testa della classifica. La serie positiva si allunga a 49 partite utili. La prossima sfida, sabato sera, vedrà come avversari i nerazzurri di Milano per quella che si preannuncia come una partita della verità.

 

Juventus – Bologna 2 – 1

Per i numeri e le statistiche della partita: http://www.tuttosport.com/live/matchcentre/incontro.shtml?season=2012&competition=21&match=459585

 

Leave a Comment

Filed under Juventus

Rispondi