Quando l’amico è lontano

Il blog, in quanto diario (digitale) serve anche per tenere traccia delle emozioni, delle sensazioni che si provano nel corso della giornata. Ecco, allora lo utilizzo per ricordarmi che stamattina ho avuto il piacere (immenso!) di incontrare un mio caro amico, Domenico, che oramai si è stabilmente insidiato a Berlino dopo aver  passato un periodo a Dublino. E’ una persona stupenda, con una testa da invidiare (in senso positivo, si intende), con un’umiltà tipica di alcune persone eccezionali. Lui, a Berlino, sta cercando di ottenere l’abilitazione all’insegnamento e mi raccontava che non basta la laurea che ha preso in Italia ma, per poter insegnare in Germania, deve sostenere ancora ulteriori esami sugli aspetti pedagogici e psicologici dell’insegnamento. Non ne ha fatto un dramma, si rimbocca le maniche e si mette sotto per superare anche questa prova. E contemporaneamente lavora, per auto-sostenersi. Gli ultimi suoi impegni sono un lavoro di pulizia in un ristorante e qualche trasloco fatto con un conoscente. Ma in passato ha anche fatto il muratore, l’addetto di un call center e altre mille cose che non ha mai avuto il tempo di raccontarmi, sempre studiando contemporaneamente ed ottenendo la laurea senza pesare sulla sua famiglia.

Lo ammiro perché ha una forza d’animo incredibile, al suo posto non so da quanto mi sarei fermato. Eppoi è una persona che sa ascoltare con cui il tempo vola via velocemente senza che si riesca ad esaurire gli argomenti. Quando vent’anni fa (e più) andavamo ancora entrambi a scuola, abbiamo passato alcune interessanti serate di fronte a uno dei miei primi computer cercando di sviluppare funzioni matematiche complesse. Non ridete, all’epoca esisteva solo il DOS e Windows non era ancora nato. Oggi ci siamo entrambi ricordati di quei momenti, di una passione e di una curiosità condivisa, di un piacere reciproco di stare insieme.  Mi piacerebbe poter vivere ancora quei momenti, ma i tempi sono cambiati e il tempo non è mai abbastanza. Speriamo che, grazie alla tecnologia, riusciremo comunque a tenerci in contatto un po’ più frequentemente: vederci tramite un video non sarà la stessa cosa che incontrarci di persona, ma almeno sarà possibile farlo più spesso rispetto alle rarissime occasioni in cui torna in Italia.

Leave a Comment

Filed under Amici, Tempo

Rispondi