Due punti persi

Una doverosa premessa: non sono d’accordo con le modalità e le parole utilizzate da Conte e da Marotta al termine della partita con il Genoa. Gli errori arbitrali ci sono stati (uno contro il Genoa, almeno tre contro la Juve) ma ciò non giustifica una tale veemenza e non può essere un alibi.

La partita allo Juventus Stadium è stata tutt’altro che bella, con la Juve che, as usual, crea molto gioco ma concretizza poco e male. Inoltre il fatto di giocare in superiorità numerica (nel Genoa si è infortunato Floro Flores dopo che l’allenatore aveva già effettuato tutti i cambi) sembra essere quasi uno svantaggio per la Juve piuttosto che per la squadra che rimane in 10. Nel secondo tempo segna Quagliarella, abbastanza sottotono ma sempre veloce sotto porta. Pareggia il Genoa nell’unica manovra di attacco costruita nel secondo tempo: cross dalla destra e perfetta inzuccata in tuffo di Borriello. Niente esultanza ma gol assai pesante contro la sua ex-squadra. Le occasioni per vincere la partita ci sono state, ma come al  solito la Juve non riesce a sfruttarle. Giovinco ha preso un palo pieno da calcio di punizione. E’ un periodo un po’ negativo, anche condizionato da alcune scelte arbitrali discutibili: nel primo tempo c’era un chiaro rigore per il Genoa su tocco di braccio di Vucinic. Nel secondo un fallo evidente sullo stesso Vucinic che, trattenuto, non arriva per poco a ribadire in porta un cross dalla sinistra. Un altro episodio ha riguardato l’atterramento di Pogba, anche questo ignorato dalla terna arbitrale. L’ultimo, forse il più discusso, un fallo di mani di Gramqvist che cicca il pallone con il piede facendoselo sbattere sulle braccia aperte a mo’ di ali. Chiaramente se la palla fosse passata dietro di lui c’erano in agguato Vucinic e Giovinco e chissà cosa sarebbe potuto succedere. Per l’arbitro di porta è rigore, per l’arbitro centrale no.  Mi piace pensare che al prossimo episodio dubbio che verrà giudicato a favore, non si scateni la solita storiella che la Juve incassa sempre e solo favori arbitrali. Per quanto riguarda l’analisi tecnica, credo che ancora una volta siano state determinanti le assenze di Pirlo, Chiellini e Asamoah e quella, ormai cronica, di un attaccante che, anche di fortuna, riesca a segnare con più facilità.

E’ un pareggio che avvantaggia il Napoli, oggi vittorioso a Parma. Si porta a -3 e continua a mettere pressione.

Juventus – Genoa 1 – 1

Per i numeri e le statistiche della partita: http://www.tuttosport.com/live/matchcentre/incontro.shtml?competition=21&match=459705

Leave a Comment

Filed under Juventus

Rispondi