Testa-coda

50 punti di differenza. La Juventus, prima in classifica, riceve in casa il Pescara, ultimo in classifica e reduce da sei sconfitte consecutive. Sembra una partita scontata. Per certi versi lo è, visto che la Juve attacca sin da subito e il Pescara pensa solo a difendersi. Un assedio durato 72 minuti, tempo necessario per segnare il primo gol. Oramai si dovrebbe essere consapevoli che le squadre vengono allo Juventus Stadium per impedire il gioco e, normalmente, i portieri avversari sono i soli protagonisti della gara. Anche ieri si è ripetuto il copione, con Pellizzoli autore di almeno 6 ottime parate di cui almeno la metà strepitose. Il limite di questa Juve è quello di non segnare subito e mettere la gara in discesa. Poi ci può pure stare l’eurogol di Cascione (evidentemente la Juve lo motiva particolarmente, 2 gol in serie A e tutti e due alla Juve), ma la squadra non dovrebbe “rischiare” di pareggiare una partita che dovrebbe ricalcare il canovaccio dell’andata (finì 1-6 per la Juve). Vucinic  è stato il solito Vucinic… ha sbagliato l’impossibile e poi ha segnato una doppietta. Lui è così e, finchè si vince, va bene così.

Comunque speriamo che il prossimo appuntamento (mercoledì prossimo in Champions contro il Bayern) presenti una Juve all’altezza delle sue qualità e che si possa giocare le piccolissime possibilità che ha di passare il turno.

Juventus – Pescara 2 – 1

Per i numeri e le statistiche della partita: http://www.tuttosport.com/live/matchcentre/incontro.shtml?season=2012&competition=21&match=459794

Leave a Comment

Filed under Juventus

Rispondi