Backup in 5 minuti

I miei dati al sicuro

Ne parlavo nel post di stamattina (cfr http://www.mariosebastiani.info/2013/04/24/singolare-o-plurale/): l’efficienza si raggiunge anche abbattendo i costi, sia diretti che quelli indiretti. Tra quelli indiretti possiamo sicuramente ascrivere quelli relativi al backup. Già, il backup, questa pratica conosciuta da tutti ma attuata da pochissimi. I motivi di tale disaffezione sono molteplici: da quelli seri (ad esempio: i backup sono onerosi, sia in termini di tempo che di risorse) a quelli un po’ più “estrosi” (“non lo faccio il backup, tanto che mi potrà mai capitare? Proprio a me??”).

Il backup del Raspberry PI può essere realizzato velocemente in 5 minuti. Uno dei benefici di avere un sistema “single-use”, dedicato, compatto, ottimizzato è anche quello di potersi permettere una strategia di backup full. Su base settimanale, infatti, possiamo lanciare un semplice comando che esegue il “dump” totale della SD (io ne ho una da 4GB) in meno di 5 minuti. In questo modo, in caso di necessità, potremo sempre ripartire dall’ultimo backup fatto (sempre in 5 minuti) senza troppi patemi d’animo.

Il comando che ho adottato per il mio backup è il seguente:

# DATA=$(date +%Y%m%d);dd if=/dev/mmcblk0 | pv -c | gzip  > ras-nas_$DATA.img.gz

Ovviamente lo lancio sul mio PC dove è installato Ubuntu e anche il comando “pv ” (che serve per avere una barra di progresso dell’attività in corso).

Leave a Comment

Filed under Linux, Raspberry PI

Rispondi