Installare torrent su Raspbmc in quattro semplici mosse

(Scrivo questo post anche a beneficio di mio cognato)

Bene, abbiamo tra le mani il nostro Raspberry PI e l’abbiamo trasformato in media center con l’installazione di Raspbmc. Ora vogliamo scaricare legalmente dalla Rete alcuni documentari della NASA e abbiamo bisogno di un client torrent. Con una semplice procedura installeremo torrent sul Raspbmc.

Prima di cominciare, verifichiamo di avere a disposizione tutti gli strumenti necessari:

  1. Raspbmc connesso in rete con un indirizzo conosciuto (IP Address) abilitato a raggiungere Internet (di solito è così di default)
  2. Un computer connesso alla stessa rete
  3. Un client SSH (comando “ssh” per chi usa Linux, Putty per chi usa Windows) installato sul computer
  4. 10 minuti di tempo a disposizione

Dopo la spunta della check-list, siamo pronti a cominciare.

Prima mossa.

Colleghiamoci con il nostro computer al Raspbmc: eseguiamo il programma Putty ed inseriamo nel campo “Host Name” l’indirizzo  IP del nostro Raspbmc e poi premiamo il pulsante “Open”. Alla domanda “login as: ” rispondiamo con “pi”, mentre alla successiva domanda (pi@<ip_address>’s password:) rispondiamo “raspberry” (o la password che abbiamo eventualmente impostato per l’utente “pi”). Se abbiamo Linux (o uno Unix) è tutto più semplice: apriamo un terminale, digitiamo

$ ssh pi@<ip_address>

(dove <ip_address> è l’indirizzo IP del Raspbmc) e premiamo Invio; immettiamo la password. Dovrebbe apparire il prompt ed il primo step è superato.

Seconda mossa.

Ora installiamo il torrent. Bisogna digitare il comando

$ sudo apt-get install transmission-daemon

e rispondere affermativamente alla richiesta di installazione. Secondo step superato.

Terza mossa.

Configuriamo ora il Raspbmc per avviare alla partenza il torrent. Basta digitare il comando

$ sudo update-rc.d transmission-daemon defaults

Anche il terzo step è andato.

Quarta mossa.

Abbiamo quasi finito. L’ultima cosa che ci rimane da fare è configurare il torrent. Bisogna innanzitutto fermare il programma con il comando

$ sudo /etc/init.d/transmission-daemon stop

poi dovremo editare il file di configurazione con il comando

$ sudo nano /etc/transmission-daemon/settings.json

cercare la riga che contiene il parametro “rpc-whitelist-enabled” e cambiare da “true” a “false” il relativo valore. In alternativa possiamo lasciare abilitata (true) la whitelist ma dobbiamo aggiungere la nostra rete (ad esempio 192.168.0.0) nel campo “rpc-whitelist” con il formato “127.0.0.1, 192.168.*.* ”

Specifichiamo un utente con il quale ci autenticheremo nel campo “rpc-username” (di default è “transmission”) e cambiamo la password, scrivendola in chiaro tra le virgolette nel campo “rpc-password”. Infine impostiamo la directory dove scaricheremo i file nel campo “download-dir” (ad esempio mettiamo “/media/disk1/downloads” se abbiamo agganciato un HD esterno e l’abbiamo montato su /media/disk1 e vogliamo scaricare nella cartella “downloads”).

Salviamo ed usciamo (CTRL +”x”e poi “y” + INVIO).

Riavviamo il programma con il comando

$ sudo /etc/init.d/transmission-daemon start

Abbiamo finito. Chiudiamo la connessione con il comando

$ exit

Per verificare che tutto funzioni egregiamente, utilizzando il nostro browser preferito (Firefox, ovviamente!!), digitiamo http://<ip_address>:9091/transmission e dovremmo avere l’interfaccia di torrent pronta all’utilizzo.

Proviamo a scaricare il documentario della NASA http://www.mininova.org/tor/2661886/0 (magnet:?xt=urn:btih:QZD4CCRMS3ENBRETMU4XA2BRFLQVYOCR&tr=http://tracker.mininova.org/announce) e verifichiamo il corretto funzionamento.

Ciliegina sulla torta.

Nel Raspbmc è disponibile un Add-on che si chiama “Transmission” che, una volta installato e configurato con utenza e password, consente la totale gestione del torrent senza dover utilizzare il PC.

Leave a Comment

Filed under Linux, Raspberry PI

Rispondi