Ancora sul backup

Spesso mi capita di “snobbare” le sollecitazioni verso l’esecuzione costante dei backup con un pensiero subdolo: “A me queste cose non capitano, non posso prendere virus, non sono così a rischio”.

Ieri sera ho impiegato, purtroppo senza successo, diverse ore per tentare di recuperare il contenuto dello smartphone di una collega che si era bloccato mentre eseguiva il cambio della password. Una operazione in teoria elementare, semplice, senza complicazioni. Se non fosse che su quel telefono era installato anche un sistema di sicurezza aziendale che, molto probabilmente, riscontrando una qualche anomalia si è chiuso a guscio (giustamente!!! il suo mestiere è proteggere i dati) facendo fallire il cambio password. Risultato finale: telefono funzionante ma password sempre errata. Ho tentato varie strade, nessuna di queste però con successo. L’unico modo per restituire il telefono alla piena funzionalità è stato quello di ripristinarlo ai valori di default di fabbrica e ricominciare come se fosse appena uscito dalla scatola.

Con questa operazione, ovviamente, sono andati perduti i contenuti memorizzati all’interno del telefono (nello specifico: foto, SMS, alcuni documenti, etc etc). Alla mia domanda: “Quando hai fatto l’ultimo backup?” la sua risposta atterrita è stata: “Mai!”. Da qui scaturisce il ragionamento di oggi: purtroppo le cose possono andare male per mille motivi e non solo perché prendiamo un virus. Magari una nostra mossa maldestra, magari per disattenzione, magari per una rottura accidentale, magari per uno scherzo che finisce male…

Dobbiamo prendere coscienza del valore dei nostri dati: le foto, i documenti sono importanti, per alcuni MOLTO importanti. Pensiamo un po’ quanto può essere importante in un futuro non troppo lontano il nostro cryptowallet, ossia il nostro borsellino elettronico…

1 Comment

Filed under cloud, Sicurezza

One Response to Ancora sul backup

  1. Un ragionamento molto saggio. Quel tipo di saggezza che ci ripetiamo che è meglio avere “prima”, ma poi ci cadiamo sempre…

Rispondi